upgrade Aiwa AD-F910 - ARG-audio sito

ARG-audio
di Argenti Giovanni Milano
Vai ai contenuti
Aiwa  AD-F910         Revisione - Taratura
DATI TECNICI:
Tipo: registratore a cassette compatto a 3 testine
Sistema di tracce: 4 tracce, 2 canali stereo
Velocità del nastro: 4,8 cm / s
Testine: 1 x registrazione, 1 x riproduzione, 1 x cancellazione
Motore: 1 x servo DC, 2 x DC
Tipo di nastro: tipo I, CrO2, metallo
Riduzione del rumore: B, C
Estensione headroom: HX Pro
Risposta in frequenza: da 10 Hz a 22 kHz   (nastro metallico)
Rapporto segnale / rumore: 80 dB   (dolby C)
Wow e Flutter: 0,028%
Ingresso: 50 mV (linea)
Uscita: 0,475 V (linea)
Dimensioni: 430 x 140 x 318,3 mm
Peso: 5,3 kg
Anno: 1991 - 1993
Questo Aiwa AD-F910 è un registratore a cassette stereo con riduzione del rumore Dolby B / C e HX-Pro, è stato distribuito dal  1991 fino al 1993 con un prezzo al dettaglio suggerito dal produttore di circa 890.000 L . L' Aiwa AD-F910 ha 3 testine a doppio albero , ovvero Closed Loop Dual Capstan, contatore digitale del nastro a 4 cifre, selezione automatica del tipo di nastro e in grado di gestire nastri normali, CrO2 e Metal. Ricerca automatica del brano e  stop con memoria . Ha il famoso sistema Aiwa ADMS (Automatic Demagnetizing System) che smagnetizza le testine ad ogni accensione : NON serve smagnetizzare queste testine !!  
Tipico registratore a cassette a caricamento frontale con scomparto cassetta situato sul lato sinistro del registratore. L'espulsione del nastro viene azionata meccanicamente , ma è servoassistita con chiusura e apertura automatica. Il vano cassetta ha incorporato il sistema AMTS (Anti Modulation Tape Stabilizer) .
I misuratori di livello utilizzati sull'AD-F910 sono misuratori di lettura di picco digitali con mantenimento del picco per una facile regolazione del livello di registrazione ottimale. I controlli di trasporto sono a logica di comando.  Sul AIWA AD-F910 troviamo il Dolby B,C e Il sistema Dolby HX PRO . Le testine montate sono le medesime dell' AIWA xk-s7000 : testina PB amorfa in lettura e una testina Super DX Registrazione . Come si addice a un deck di alta classe, è dotato di un sistema di calibrazione Bias con generatori interni  . Il noto e rispettato chip Sony CX20188 è invece responsabile della codifica e decodifica del segnale nel sistema Dolby .
Questo è sicuramente un Tape Deck da prendere e da tenere : se ben calibrato e dopo aver fatto alcune modifiche va cosi bene che potrebbe competere con un segmento decisamente più alto di Registratori !!  
L' intervento di restauro in questo caso è stato più approfondito del "normale"  e contestualmente sono state fatte alcune modifiche nella componetistica per far rendere meglio la piastra Deck .
Questo percorso comincierà dalla base nel senso più stretto del termine , dopo che tutto il registratore è stato smontato per essere revisionato.

La base è stata pulita con disossidante oleoso e trattata successivamente con un prodotto siliconico al fine di prevenire l'ossidazione , consiglio anche per i più esigenti di utilizzare guanti per evitare "stampaggi" di impronte digitali .
E' stata ricavata una sede per la presa VDE utile e pratica quando occorre spostare-trasportare le elettroniche . Questo è lo scopo unico : la praticità !!  nessuna pretesa audiofila e nessuna "superstizione del cavo" ... Il Pannello posteriore risultava un po' ballerino, ho preferito aggiungere una vite proprio sotto la predisposizione delle VDE , la vite è in tutto e per tutto uguale a quelle originali utilizzate sullo stesso piano .
La Aiwa divenne nel tempo una società satellite di Sony e non è un caso se nelle elettroniche Aiwa ritroviamo numerosi componenti Sony, vedi ad esempio i due chip CX20188 presenti su questo 910.
Fu definivamente acquistata da Sony nel 2002 per poi cessare la vendita di prodotti con il marchio Aiwa nel 2006 . Qui vediamo la PCB madre prima del recap e della modifica .

La sezione di alimentazione ha ricevuto dei nuovi condensatori della Panasonic serie FC Low ESR ESL 105° , in questa posizione sono nel loro habitat ideale e rispondono egraggiamente .
Nella sostituzione si è provveduto anche ad aumentare la capacità da mettere a disposizione per la sezione alimentazione, senza comunque strafare . Nel contempo è stato aggiunto anche qualche disaccoppiatore di taglia più piccola . Questo intervento ha giovato molto sulla resa totale.
Questa modifica invece va ad eliminare due condensatori elettrolitici in controfase sul percorso del segnale ( in uscita dalle testine )  .  Utilizzando questa configurazione si ottiene un condensatore elettrolitico Bipolare a basso costo la cui capacità risulta equivalente alla metà ... detto in modo molto approssimativo e sbrigativo, il discorso è più lungo e complicato ( se volete fare due calcoli ). I condensatori sono C106-108  e C105-107 che in origine sono da 10 µF  elettrolitici sono stati tolti  ; per C105 e C106 ho usato un Wima in poliestere da 4,7 µF , mentre per C107- C108 ho usato un ponticello . C109 e C110  sono in parallelo e sono stati lasciati .


La modifica della componentistica non si è limitata  solo ai due condensatori sopra citati , ma bensì ha riguardato tutta l elettronica !  dal momento che per risparmiare sono stati usati elettrolitici da anche 0,47 µF .  Tutti i condensatori sul percorso segnale e dove necessario dai 10µF in giù sono stati sostituiti da Wima MKS2 o da Kemet R82 (nell' immagine sono tutti i "quadratini"  bianchi e rossi).
Nuovi anche i due condensatori sul " Bias Trap" , ora due Kemet ai polimeri , migliori e più stabili dei due condensatori standard elettrolitici .
Effettuare un intervento simile , ovvero un recap mirato, già porta a dei benefici utilizzando ottimi condensatori elettrolitici... andare a fare questo tipo di intervento ed utilizzare al posto degli elettrolitici dei condensatori in poliestere ,di gran lunga migliori sotto molti punti di vista, porta questa piastra Deck ad un livello davvero alto .
Il cassetto è stato rivisto, pulito dai vecchi residui di sporco e di grasso secco  si è provveduto anche al ripristino apertura motorizzata con la sostituzione della cinghia con una con sezione maggiorata , pulizia cam e relativi meccanismi annessi, nuova lubrificazione con grasso bianco per plastica al silicone.

Durante la fase di rimontaggio PCB madre si è provveduto ad implementare una ulteriore modifica al contenitore :  è stata disegnata una sagoma secondo necessità  per tagliare successivamente un foglio di antirombo da 3mm adesivo specifico per ridurre vibrazioni e rendere più sordo il contenitore .  Questa modifica va ad implementare e a integrarsi con la modifica di un sostegno aggiuntivo della meccanica al telaio . Anche questa modifica serve a rendere la struttura più solida e nel contempo a limitare al massimo le micro vibrazioni .
Questa meccanica è davvero un mulo !!  è una delle più riuscite e longeve , la stessa meccanica la ritroviamo anche nella successiva serie ( AD-S950 ad esempio ) sia nelle serie precedenti ( vedi AD-F800 ) . Questa meccanica ha l unico difetto nei sensori di movimento bobine che fa capo al Time Counter e alla logica di controllo ( Il problema è spiegato qui. ) , ma per il resto devo dire che fa egreggiamente il suo lavoro , inoltre l elettronica ha il sistema di smagnetizzazione teste ad ogni accensione , molto utile ... anche se spesso vedo certi "guru" nati su "Facce de buc"  andare a smagnetizzare le testine Rec e Play e se non bastasse anche quella Erase che di per se è gia uno "smagnetizzatore" : forse farebbero meglio a ripassare un po di teoria...
Questa meccanica ha ricevuto le attenzioni che meritava: sostituito cinghie , verificati e trattati pinch roller , pulito ogni scorrimento e proceduto a nuova lubrificazione , verificato eventuali giochi , pulito sensore movimento counter , puliti Capstain + volani .
La foto a sinistra , sebbene poco chiara, mostra una bella colata di olio dietro al telaio in alluminio del frontale ... tutta la zona , arrivando anche in basso al telaio, era ricoperta di olio...
La pratica di spruzzare prodotti "magici" come WD40 et similari o disossidanti oleosi crea danni e imbratta solamente !!  sono tutti palliativi controproducenti sopratutto se si crede che "da fuori" si riesca a far arrivare il prodotto sulla parte interessata... ricordate LA LEGGE DI CONSERVAZIONE DELLA MASSA .
Detto questo si è reso necessario pulire accuratamente tutto il frontale ( telaio, sottotelaio, pulsanti, display , ecc ecc ) per eliminare l' olio presente e per pulire il resto dalla polvere . E' un operazione non difficile, ma meticolosa e delicata: basta pensare alla sezione display che va pulita alla perfezione senza lasciare residui, aloni o micrograffi ... in questo caso si è proceduto anche con la lucidatura dello schermo trasparente esterno per ridare la perfezione come fosse appena uscito dalla fabbrica.
Il lavoro si è concluso con l' indispensabile taratura completa del registratore secondo service manual Aiwa . Il Tape Deck dopo un piccolo rodaggio ,necessario per assestare sia le nuove componenti elettriche che meccaniche, è stato tarato nuovamente o più semplicemente è stata fatta una fine messa appunto : la taratura era gia stata fatta e le impostazioni si sono "mosse" di un nulla , ma io sono un perfezionista ed ho preferito ricontrollare e riportare secondo i valori segnati in precedenza . Il risultato è un Tape Deck che funziona come fosse nuovo , ha l' affidabilità di un prodotto nuovo e  suona in modo grandioso grazie alle modifiche fatte . Il miglioramento della resa sonora è stato notevole su ogni parametro ...registra e riproduce magnificamente . E' assai dura tenere testa a questa AIWA AD-F910 !!
Copyright © 2006 - 2022 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2006
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti