Revisione yamaha K-700 - ARG-audio sito

ARG-audio
di Argenti Giovanni Milano
Vai ai contenuti
Yamaha   K-700           Revisione - Taratura
Questo Yamaha K-700 è un registratore a cassette stereo con inversione automatica ( Auto Reverse ) e riduzione del rumore Dolby B e C, è stato venduto per la prima volta da Yamaha nel 1983 con un prezzo di vendita consigliato di $ 449 USD e interrotto 2 anni dopo nel 1985.
Le caratteristiche principali della Yamaha K-700 sono: 2 testine, contatore digitale lineare a 3 cifre, selezione automatica del tipo di nastro e in grado di gestire nastri normali, CrO2 e Metal, trasporto con inversione automatica a cinghia.
Tipico registratore a cassette a caricamento frontale con scomparto cassetta situato sul lato sinistro del registratore. L'espulsione del nastro viene azionata meccanicamente e la cassetta deve essere posizionata con il lato da riprodurre rivolto in avanti nel vano cassetta.
I misuratori di livello utilizzati sul K-700 sono misuratori di lettura di picco digitali con indicazione multicolore per fornire il livello di saturazione visivo del nastro. I controlli di trasporto a logica completa utilizzati sul K-700 consentono di rispondere al minimo contatto con le dita per una selezione rapida e senza sforzo della funzione di trasporto.
Il tipo Dolby C utilizzato nel K-700 fornisce una riduzione del rumore di 20 dB oltre i 1.000 Hz circa, raddoppiando completamente la quantità fornita dal tipo B.
Per effettuare registrazioni dal vivo, questo deck dispone di 2 ingressi microfono per collegare microfoni con un connettore jack. Per l'ascolto indisturbato viene fornito un connettore jack per un paio di cuffie stereo. Il collegamento ad altri componenti audio per il plaback può essere ottenuto tramite un cavo RCA e la registrazione da una sorgente tramite un cavo RCA. Tutti i principali comandi di trasporto possono essere emessi a distanza con un telecomando cablato.
Una piastra a cassette Auto Reverse se non concepita bene da solo problemi e scordiamoci una riproduzione accettabile , suonano come una piastra disallineata con un suoco cupo e distorto ... Questo tipo di registratori a cassetta per suonare bene devono essere allineate alla perfezione, ma sopratutto il sistema del "giro testa" deve essere affidabile e valido perchè basta un nulla per vanificare il giusto allineamento e far suonare la piastra male. Le autoreverse "giuste" hanno sistemi che possono risultare "particolari"  come l' Akai GXC65d invert-o-matic che ha un braccio che gira la cassetta ( stupendo ) il Naka RX-202 e fratello che girano la cassetta attraverso un piatto girevole o il Pioneer CT-F1050 che ha addirittura due copie di testine una per lato di riproduzione . Questi registratori hanno testine classiche che rimangono ferme , nelle altre Auto Reverse "normali" invece gira semplicemente la Testina ...

Il blocco testine di questa piastra non è dei migliori , ma neanche dei peggiori e offre gia un buon sistema di allineamento e , se in ordine , il sistema di giro testa fa il suo lavoro.
Possiamo vedere il particolare del blocco testina che in questo frangente doveva ancora essere controllato, pulito ...stesso discorso per i Pinch Roller e tutto il percorso del nastro .

L' intervento effettuato su questa piastra è stato di normale routine ; nello specifico abbiamo sostituito le cinghie che come al solito erano colate in ogni dove formando quella stramaledetta colla nera al catrame che rimuoverla risulta sempre essere una punizione .
Il sistema di inversione di marcia è stato revisionato  come tutta la restante meccanica di trasporto e azionamento.  In queste immagini troviamo ancora una volta i sempre presenti Sankyo .
Elettronicamente non ha subito interventi , è stata però , come prevedibile, ritarata secondo le specifiche Yamaha : chi crede che un registratore di 40 anni sia nelle sue piene possibilità di suonare sbaglia e anche di molto !! Tutte e dico Tutte le Piastre Deck vanno revisionate, impensabile comprarne una ed utilizzarla così com'è e se le vendono revisionate ( sono tutte così ....che coincidenza ! ) c'è da sperare che non ci abbia messo le mani il  Pragurone di turno.
In questo caso fortunatamente il registratore era originale e nessuno aveva messo mai le mani dentro, l unica cosa che ho visto fuori posto sono stati i pulsanti attaccati con l Attack .
Molte volte mi chiedo se questa colla ha portato più danni o benefici dal suo utilizzo....  Questi pulsanti hanno un difetto, ovvero la copertura con la serigrafia del pulsante si stacca dal pulsante vero e proprio ( e questo per tutta la serie ) , qui il vecchio proprietario ha usato l Attack , ma colando è andato a incollare praticamente il pulsante nella sua sede ...  ovviamente abbiamo staccato il pulsante Reverse e sono stati ripristinat i  comandi.
La copertura non deve fare praticamente nessun lavoro, non è conveniente usare una colla così tenace che ha di contro un' estrema liquidità ...se serve usate la versione "Gel" , un puntino, oppure il classico Bostik con un pennellino su entrambe le superfici ...
Copyright © 2006 - 2022 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2006
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Privacy Policy
Torna ai contenuti