Teac V-8030S revisione - ARG-audio sito

ARG-audio
di Argenti Giovanni Milano
Vai ai contenuti
Teac  V-8030S         Revisione - Taratura
DATI TECNICI:
Tipo: registratore a cassette compatto a 3 testine
Sistema di tracce: 4 tracce, 2 canali stereo
Velocità del nastro: 4,8 cm / s
Testine: 1 x combinazione di registrazione / riproduzione, 1 x cancellazione
Motore: 1 x bobina, 1 x Capstain, 1 x meccanismo, 1 x Load
Tipo di nastro: tipo I, CrO2, metallo
Riduzione del rumore: B, C, S, HX Pro
Risposta in frequenza: da 15 Hz a 21 kHz (nastro metallico)
Rapporto segnale / rumore: 84 dB (dolby S)
Wow e Flutter: 0,022%
Ingresso: 100 mV (linea)
Uscita: 0,41 V (linea)
Dimensioni: 442 x 149 x 352 mm
Peso: 9,5 kg
Anno: 1994
Ultimo grande registratore a cassette della TEAC ... il canto del cigno prima del oblio durato decenni . Fortunatamente di questi tempi i registratori a cassette stanno riscoprendo una seconda giovinezza !! e questo spettacolare Deck non poteva mancare !  Il V-8030S è stato prodotto dal 1995 fino al 1997 ed è fondamentalmente un'evoluzione dei precedenti fratelli V-7010 ('89) e V-8000S ('91) - la somiglianza è presente anche nelle specifiche che sono, dal punto di vista audio,  quasi identiche.  Stesse teste Rec - Play  composte da 14 strati di cobalto amorfo , entrambi cablati PC-OCC , stesso meccanismo con blocco al quarzo a doppio cabestano con diverse dimensioni del volano per evitare ridondanze cicliche. Stessa superficie del cabestano con scanalatura da 1µ per evitare il potenziale slittamento del nastro. Stesso robusto telaio in acciaio che contiene sub e sub-sub-chassis, stesso composto ceramico non risonante sotto l'unità e nei quattro piedi. Stabilizzatore antistatico anche dietro la porta, supporto in fusione di zinco e sportello cassetta motorizzato con luce vano cassetta .
Stesse caratteristiche elettroniche e di visualizzazione con ripristino dei margini, impostazioni di bias / livello, monitoraggio automatico, filtro MPX, Dolby B, C, S e HX-Pro, ingresso diretto CD , ingressi FET , CPS (Computomatic Program Search) ecc. Le differenze risiedono nella struttura interna, e nel famoso ,ma arrivato troppo tardi,  Dolby S che il 7010 non ha .Il Dolby S non ce l'ha mai fatta davvero né ha convinto molte persone ed è sicuramente arrivato troppo tardi: quelli che avevano saltato la strada per approdare al DAT e al CD prima della venuta del Dolby S difficilmente sarebbero tornati indietro e chi rimase fedele alle piastre Deck non si preoccupavano più "del sibilo" del nastro e delle perdite ad alta frequenza ... Il Teac V-8030S ha il sistema di trazione  Quartz PLL Direct Drive , mentre nel V-6030S  hanno utilizzato un motore con un servo DC più economico perdendo un 1 kg .  Il 7010 , 8000 e 8030 sono tutti e tre sono sostanzialmente varie versioni dello stesso registratore dove ovviamente nel 8030 viene raggiunto il massimo sia meccanicamente che elettricamente : un progetto maturo che trova nel 8030 la sua massima espressione . Da notare che il V-7010 e il V-8000S sono stati realizzati da Teac Corporation in Giappone , quindi forse da Alpine, mentre gli 8030S / 6030S sono stati prodotti a Taiwan , quindi forse da qualcun altro che Teac o Alpine. Segno dei tempi....L' aspetto della 8030S è molto diverso rispetto alle top di gamma che l hanno preceduta allineandosi così allo stile Teac degli anni '90 :  possiamo notare la somiglianza con i cugini CD Teac VRDS . L'8030S era disponibile anche nel colore champagne (molto bello).
Il V-8030S è un contemporaneo del Sony TC-K555ESJ e TC-K333ESJ e hanno entrambi venduto molto, ma Sony ha fatto i propri meccanismi, testine e chip Dolby e il telaio era tutto placcato in rame . Come per molti registratori a cassette TEAC,  anche nel V-8030S venivano utilizzate meccaniche proveniente da Alpine : l'attività principale di TEAC erano i  registratori RTR , non i registratori a cassetta.  Il Teac V-8030S rimane una macchina notevole !!

Difficile non ammirare un elettronica costruita in modo esemplare come questa Teac , tutto risulta ordinato, razionale , preciso e la tecnologia utilizzata era arrivata alla sua massima evoluzione ed espressione su questa piastra che purtroppo rappresenta "il canto del cigno" ... prima del oblio per questo supporto tanto amato .
Dopo decenni di onorato servizio anche lei è stata messa sotto la lente per una revisione conservativa .   La macchina era perfetta e suonava decisamente bene , infatti anche dai rilevamenti strumentali è emerso questo dato : tutto era ancora perfettamente efficiente !  L unica cosa su cui si è resa necessaria una piccola taratura era il livello di uscita , fuori comunque di "un nulla" .
Difficile non amare una macchina simile , si potrebbe dire perfetta , ma se vogliamo muovere una "critica"  possiamo dire che i tasti di controllo ( STOP - PLAY - PAUSE - REC ) risultano ruvidi e poco piacevoli da azionare  e questo è un punto debole di Teac che si è gia visto anche su altri modelli .
Copyright © 2006 - 2022 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2006
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti