revisione Onkyo TA-2870 - ARG-audio sito

ARG-audio
di Argenti Giovanni Milano
Vai ai contenuti
Onkyo  TA-2870  Integra         Revisione - Taratura
DATI TECNICI :
Sistema di tracce: 4 tracce, 2 canali stereo
Velocità del nastro: 4,8 cm / s
Testine: 1 x combinazione di registrazione / riproduzione, 1 x cancellazione
Tipo di nastro: tipo I, CrO2, metallo
Riduzione del rumore: B, C
Estensione headroom: HX Pro
Risposta in frequenza: da 20 Hz a 20 kHz   (nastro metallico)
Rapporto segnale / rumore: 80 dB   (dolby C)
Wow e Flutter: 0,04%
Ingresso: 80 mV (linea)
Uscita: 0,5 V (linea)
Dimensioni: 455 x 131 x 368 mm
Peso: 6,8 kg
L 'Onkyo TA-2870 Integra è una piastra a cassette a 3 testine introdotta nel 1994 fino al 1995 , ha un contatore digitale lineare del nastro a 4 cifre, selezione automatica del tipo di nastro e in grado di gestire nastri normali, Cr2O e MEtal con selezione automatica dell'equalizzazione, doppio capstain. Tipico registratore a cassette a caricamento frontale con scomparto cassetta situato sul lato sinistro del registratore. L'espulsione del nastro viene azionata meccanicamente .
Sul TA-2870 troviamo tutti i controlli di trasporto gestiti dalla logica di comando. Sono presenti il dolby B e C oltre che al sistema Dolby HX PRO che fornisce un controllo preciso del bias durante la registrazione per ridurre la distorsione e migliorare la linearità nella gamma delle alte frequenze. presente anche Il filtro MPX che assicura un'adeguata elaborazione Dolby dei programmi stereo FM. E' presente un connettore jack per un paio di cuffie stereo.
Questa onesta, buona piastra a cassette fa parte di quella generanzione di registratori destinati ad avere una "vita breve" dato che pur essendo una tecnologia matura la sua "fine" era prossima ed ormai le case non cercavano più di sviluppare un prodotto nuovo, ma producevano Deck solo per coprire la fascia di mercato a loro destinata.
E un registratore della Onkyo che fù , quindi realizzato bene con ottimi materiali , in aggiunta fa parte della serie Integra , quindi un prodotto di classe superiore rispetto alla produzione normale.
Questo Deck ha ricevuto una classica revisione ed in aggiunta sono state implementate due modifiche meccaniche .

La normale procedura vede in primis il controllo di tutte le cinghie trasmissione che se usurate o peggio incollate devono essere sostituite . Questa piastra aveva le sue cinghie originali e "funzionava", ma  con un andamento incerto : il Wow & Flutter era terribilmente alto , segno di una cinghia che non riesce a trasmettere un moto costante e preciso .
I due capstain sono stati tolti e puliti con prodotto specifico che lucida la superficie a contatto con le due bronzine, mentre i volani annessi sono stati puliti dai residui con la solita spugna abrasiva veri very ligth !!  serve solo per pulire la zona di contatto dando un aspetto satinato la metallo in modo da rendere il contatto con la gomma migliore : è lo stesso principio del aderenza di un pneumatico della macchina sull'asfalto .
La meccanica è stata completamente rivista , lubrificata ed ingrassata secondo prescrizioni...( aperta parentesi ) specifico secondo quanto prescritto perchè troppo spesso ho a che fare con meccaniche che danno problemi perchè qualcuno ha pensato bene di ingrassare ogni cosa a muzzo buttando grasso in ogni dove..., ma il grasso dove non serve può provocare dei problemi come ad esempio il grasso indurito che blocca i meccanismi al posto di farli scorrere , oppure il grasso che cola e va su particolari in gomma con il risultato di far scivolare la dove invece serve un contatto con attrito costante ( vedi idler Aiwa AD6700 ) o ancora peggio andare ad intaccare alcuni tipi di gomma o plastica provocandone un degrado.  Ogni azione va pensata e ben ponderata e deve essere dettata dal sapere , meglio ancora se supportata dal esperienza ...se si fa a caso il risultato sarà sicuramente pessimo.  Avro anche modo di parlare degli "spruzzatori di WD40" et similari !! ( chiusa parentesi )
I Pinch Roller dopo essere stati misurati e dopo aver riscontrato lo stato di usura praticamente nullo , sono stati puliti, trattati e rimontati : questo è un componente che troppo spesso vedo essere sostituito  così...giusto per ... ed è sbagliato !! si cambia SOLO se va fatto, solo se è fuori tolleranza o se risulta ovale , screpolato . Io ad esempio ne cambio veramente pochi sopratutto sulle giapponesi . Inoltre la qualità del componente di ricambio è fondamentale, spesso si sostituisce un componento originale usato con un ricambio non originale ma nuovo con una qualità decisamente bassa che all'atto pratico va decisamente peggio del pezzo originale usato sostituito ... Un anziano tecnico, un mio grande amico ,durante i miei studi scolastici ( ormai arcaici ) mi disse : ricordati ... vale sempre di più un anello in oro anche se opaco, graffiato ,rovinato o sporco rispetto ad un anello in latta nuovo dorato e lucente... Detto azzeccatissimo se raffrontato alla miriade di ricambi cinesi di dubbia qualità che attualmente hanno invaso il mercato ( fortunatamente c'è ne sono anche di buoni ).

Dopo il riassetto meccanico della piastra e dopo aver controllato lo stato dei componenti elettrici nei punti più critici, si è provveduto alla calibrazione secondo quanto riportato dal manuale .
Tarare questa piastra non è complicato, ma sono procedure che vanno eseguite molto meticolosamente sapendo come e dove mettere le mani .  In questa taratura ho dovuto solo correggere alcuni paramentri , ma ho riscontrato un disallineamento della testina "importante" anche se riportava ancora i sigilli originali .  Non è una rarità trovare una piastra a cassette con un allineamento non ottimale gia di fabbrica, questo è un problema noto gia da molto tempo che ha riguardato praticamente tutte le case costruttrici , nessuna esclusa .
In alto a sinistra si può osservare la schermatura del trasformatore originale, questo schermo è stato realizzato in accio inox Aisi 316 in 10/10  ed è amagnetico. Mentre a destra possiamo vedere una modifica più di "sostanza" ovvero tramite una colonnetta realizzata su misura sempre in acciaio inox ho fissato ulteriormente la meccanica al telaio in un punto dove risultava evidente una flessione maggiore . Questa semplice modifica va ad irrigidire notevolmente la meccanica e la rende più immune alle vibrazioni ... in pratica con questa colonnetta ho applicato il principio della struttura indeformabile che in meccanica si chiama "triangolo" . La colonnetta è stata fissata su una predisposizione della meccanica da una parte, mentre dall altra si è reso necessario fare un foro da 3mm sul fondo del Deck  che per sua predisposizione ha gia dei fori non utilizzati, quindi la modifica e comunque totalmente reversibile , non invasiva e non danneggia l'originalità in nessun modo .
Copyright © 2006 - 2022 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2006
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti