krocraft 1100 - ARG-audio sito

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scythe SCBKS-1100 Kro Craft          modifica


Dati Tecnici :

Dimensioni: 144 mm larghezza, 210 mm altezza, 250 mm profondità
Peso: 2,99 Kg
Configurazione: due vie/ due altoparlanti con tweeter a cupola morbida da 25 mm e mid-woofer da 100 mm a membrana concava in composto di alluminio
Impedenza nominale: 8 ohm
Risposta in frequenza: 58 Hz - 20 kHz (+/- 3 dB)
Tipo di carico: "FGBS" (Flow Guided Bass-Reflex Structure)
Scythe, il marchio giapponese delle due falci, si occupa prevalentemente di accessori per Personal Computer non disdegnando però qualche incursione nel campo dell'audio da scrivania. Nel ricco catalogo, infatti sono presenti anche amplificatori home e altri piccoli diffusori .
Il mondo PC sta scoprendo sempre di più il mondo Hi-Fi e basta poco per capirlo:  ci si è resi conto che un "semplice" Notebook abbinato a un DAC USB esterno in grado di supportare l'alta risoluzione, può trasformarsi in una sorgente digitale d'eccellenza. La grande apertura in atto verso il mondo informatico ha dato credito a orientamenti e opinioni provenienti da un settore tecnologico una volta estraneo alla riproduzione domestica di alto livello. Va da se che la fruizione della musica da "desktop" è in continua espansione. In questo scenario va affermandosi un nuovo "trend", quello dei diffusori in un certo senso "Border Line" i quali tuttavia hanno l'ambizione di entrare a far parte di un impianto "serio". Ecco allora che alcuni marchi, non strettamente operanti nel settore dell'alta fedeltà, si stanno adoperando affinché questi sistemi abbiano sufficiente dignità per conquistare la posizione da "salotto", sia in un ambito strettamente stereofonico sia come satelliti di un multicanale.
Il protagonista in questo caso è il diffusore KroCraft Rev B, più evoluto della versione precedente nel magnete del mid-woofer, che è passato da 79 a 84,5 mm a dimostrazione che in casa Scythe, anche su oggetti estremamente economici, non è dato dormire sugli allori. Quest’upgrade garantisce un campo magnetico più intenso a vantaggio del parametro Bl con il risultato di un incremento della sensibilità/efficienza dell'altoparlante, il quale, a detta del produttore, grazie a questa modifica regala delle frequenze medie più cristalline e un basso più solido.
Non si può non riconoscere che la ditta di Tokyo abbia compiuto un piccolo miracolo perché, a fronte di un impegno economico per l'acquisto davvero minimo, viene offerto al cliente un diffusore "vero" a due vie con cabinet in MDF da 1 cm di spessore, non banale nella struttura interna e degnamente rifinito. E' pur vero che è fatto in Cina ma, francamente, anche in considerazione di questo a me il prezzo sembra ugualmente sorprendente. Una cosa va messa subito in chiaro: si tratta di un prodotto dedicato a chi ama la musica ed è deciso a spendere il meno possibile per un oggetto senza fronzoli, ma ben fatto, e dalle performance sonore oneste. Chi parte con queste aspettative rimarrà certamente soddisfatto.

Per l’appunto stavo cercando un diffusore ragionevolmente piccolo ed economico per il laboratorio , che non fosse la solita scatola di cartone cinese.  Navigando in rete ho notato su un famoso portale di vendite , tra le altre, queste cassettine interessanti e visto il prezzo le ho comprate …. ( stiamo parlando di 60 euro spedizione compresa ... )

La prima impressione è stata veramente buona, solide e con un peso adeguato che non fanno presagine a un cartonato.
Ovviamente ascoltandole " lisce "  ho sentito la mancanza di una gamma alta adeguata e una presenza in basso scarsa  sicuramente non favorita e agevolata da un efficenza di circa 83-84 dB , quindi un intervento di fine tunning sarebbe stato molto utile per renderle più hifi . A onor del vero devo ammettere che il piccolo woofer svolge bene il suo lavoro e la gamma a cui è affidata la sua riproduzione va decisamente bene .
In primis ho notato che dal apertura reflex posteriore non usciva nulla e tappandola praticamente non cambiava niente : qualcosa non andava . Una volta smontate sono apparse alcune prevedibili pecche costruttive che andavano sistemate , tra queste un abbondante, smisurato e inutile uso della lana sintetica fonoassorbente.
Questa era praticamente presente nel volume del woofer , ma anche lungo i condotti del reflex che di fatto strozzavano al massimo l' uscita stessa andando in pratica e far lavorare la cassa come una sospensione pneumatica .



Sistemata bene la lana presente nel volume del woofer andandola ad incollare con Bostick lungo le pareti , ho tolto tutta la lana in eccesso presente nei condotti . Questa lana si toglie dall apertura del  tweeter ed è quella rappresentata nella figura qui a lato.
Così facendo la lana sintetica svolge il suo compito nel volume del woofer e i condotti reflex sono liberi di svolgere il loro lavoro .
Come potete osservare un' altro problema era la "guarnizione" del Woofer messa sul cestello... non comment ...
Tolta questa aberrità ho realizzato una nuova guarnizione in neoprene da 5mm da incollare sulla flangia del cestello, dove va messa e dove doveva gia essere presente .  Un consiglio, una volta messa la nuova guarnizione abbiate cura di fare i fori per le viti semplicemente con uno stagnatore caldo : se non provvedete in questo modo quando andrete ad avvitare le viti, queste strapperanno via la guarnizione .  Anche i Tweeter hanno ricevuto una guarnizione in regalo, questa volta dello spessore di 2mm .
La parte relativa alla sezione woofer, che lavora a larga banda, è conclusa;  rimaneva da sistemare il Tweeter .
Come detto il woofer lavora in larga banda, una prassi comune in questi diffusori di fascia economica , mentre per il Tweeter si usa un semplice condensatore in serie al positivo che ritroviamo anche in questi diffusori, ma la cosa strana è il valore scelto : 0,33 uF  un valore del tutto inutile e assolutamente inusuale .
Con questo valore il tweeter lavora troppo in alto andando a perdere tutte le informazioni musicali che il woofer non riesce a riprodurre , in pratica qui più che di un incrocio parliamo di un bel buco tra woofer e tweeter .
Il miglior risultato per ovviare al problema è stato quello di utilizzare al posto del condensatore plastico da 0,33uF , un condensatore in polipropilene da 2,2 uF .

Il diffusore ora suona in modo pregevole, i bassi sono molto presenti e corposi ( nel limite del sistema ) , di gran lunga più tonici rispetto a prima .  Anche la sezione alti si comporta molto bene e si amalgama correttamente con il woofer .
Concludendo posso dire che a fronte di una spesa davvero contenuta ( 60 euro spedizione compresa ) e 10 euro circa per i due condensatori da 2,2 in polipropilene , si ottiene una coppia di casse con un suono davvero inaspettato , molto,  ma molto pregevole  !! quasi incredibile se rapportato alla spesa totale , quindi se vi volete divertire  a modificare un diffusore e se volte avere una coppia di casse nuove ad un prezzo ridicolo con una resa sonora degna di un diffusore di classe superiore , prendetevi queste casse ...
Copyright © 2007 - 2017 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2007
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti | Torna al menu