Dyana SE645 - ARG-audio sito

Vai ai contenuti

Menu principale:

by ARG-audio > Elettronica
Dyana 645SE    amplificatore cuffie

Dati Tecnici

Potenza max:  1,5 Wrms
Valvole :  2 X 6C45P-I
Distorsione armonica totale (THD non pesata):  0.015% da 20 Hz a 20 kHz
TDH max :  inferiore al 0,6%
Impedenza di ingresso:  47 Kohm
Risposta in frequenza: da 20Hz a 75 kHz entro +- 2 dB
Imp.cuffie cons.:  16, 25, 32 Ohm
Tensione AC:  230V.
Peso:  13 Kg
Un Monotriodo….. Perché un monotriodo ?
E’ noto che i valvolari di bassa potenza in single-ended , in abbinamento a diffusori ad alta efficienza, consentono il raggiungimento di un realismo sonoro molto particolare di per sé, ricco di coerenza, trasparenza e con una dinamica veramente impensabile il tutto senza fatica di ascolto .
Altro punto di notevole interesse verso questa tipologia di amplificazioni è il minimalismo derivante dalla loro essenzialità  circuitale, tutto questo si traduce in uno dei maggiori punti di forza delle amplificazioni in SE.
Tale scelta comporta una minor potenza, un trasformatore d’uscita più costoso, ma tutto va a vantaggio, almeno per i miei gusti, della raffinatezza e della qualità sonora che si riesce ad ottenere.
Il DIANA 645 SE è un amplificatore monovalvola con un solo stadio attivo ideato per l’ ascolto in cuffia  che impiega un unico tubo (triodo) siglato 6C45Pi capace di ben 1,5 WRms con 2Vrms in ingresso . Allo scopo, potevano essere impiegati diversi tubi, tra cui la WE437A, e la fantastica e costosissima EC8020.
Due righe d’obbligo per questa valvola: la EC8020 presenta una linearità eccezionale, un’alta trasconduttanza e una dissipazione degna di un triodo di potenza. Tutti fattori ideali per un ottimo amplificatore monovalvola, se non fosse per il prezzo proibitivo .
La 6C45Pi anche se non raggiunge le performance della EC8020, compie con dignità il compito.
Il Diana 645 SE ha la sua forza nella massima semplicità realizzativa ( pochi componenti , ma buoni e soprattutto usati bene !! ), Non ha nessuna controreazione , neanche locale !! , Non ha nessun componente passivo ( resistenze, condensatori…) sul percorso del segnale che possono introdurre colorazioni o distorsioni , eccetto una resistenza sulla griglia ( Kiwane antinduttiva sel. ).
Per il bias catodico avevo deciso di utilizzare quello “ottico” ovvero un Led al posto del più classico RC, ma dopo varie prove strumentali e dopo lunghe sessioni di ascolto...ho deciso di utilizzare un bias realizzato a pila di gran lunga migliore sotto il profilo sonoro e anche più silenzioso .
Stesso discorso sul punto di lavoro della valvola, fatta lavorare al suo limite di dissipazione, questa suona molto meglio e la TDH ,risultante molto bassa, ne conferma la validità.
Per l’ alimentazione dei filamenti anche qui ho scelto la via più classica alimentandoli in alternata , ovviamente predisponendo il TA con una presa centrale da mettere a massa per “annullare” ogni possibile disturbo.
L’ alimentazione anodica invece prevede un ponte di raddrizzamento con diodi tipo schottky 1000V 1,5A siglati BYV96E  con ingresso a doppio pigreco induttivo di cui la seconda induttanza e singola per ogni ramo, con un primo condensatore in polipropilene e i restanti 3 elettrolitici( 1 Aureavox esterno e 2 Itelcond posti internamente).
La realizzazione è volutamente  minimale, senza troppi fronzoli sul filo della pacchianità….., ma ho preferito badare solamente alla sostanza realizzando un contenitore in acciaio Inox  asisi 316 da 20/10 ( 2mm di spessore) , un vero e proprio carro armato insensibile a tutto e tutti, anche le viti utilizzate sono in Inox….
Il trasformatore di alimentazione è stato realizzato con nuclei a “C” , mentre le induttanze usate sono una lamierini EI e una doppia incapsulata/resinata.
Sono sovradimensionati per il lavoro che devono svolgere, ma preferisco avere le valvole calda e i ferri freddi più tosto che il contrario , ma i veri componenti degni di un particolare plauso e anch'essi sovradimensionati sono i due Trasformatori di uscita :

Potenza in SE:  3K 5W @ 20Hz  -  5K 8W @ 30Hz
Primario a 3.5k
Secondario a 16 ohm.
N° sezionamenti: 4 prim. , 3 secon. = 7 sezionamenti
Nucleo EI96 32*35, M6, 0.35
Gap :0.20
Lpri: 22H

L’ unico ingresso RCA è stato posto sul lato sinistro a ridosso del Potenziometro di volume, un Alps RK27 long. 50K. ,e le Valvole per abbreviare al massimo il percorso del segnale ( con indubbi benefici )ed evitare che questi passi attraverso la “zona” predisposta all’ alimentazione con il pericolo di captare rumori o ronzii che si sarebbero senti all’ ascolto.
Le masse di segnale e di potenza sono separate e sono a “stella”.
Una bella manopola di alluminio e una vaschetta VDE completano questo amplificatore.
Qui sotto trovate i dati delle dimensioni e le prove strumentali fatte.
Se avete dubbi, curiosità o se volete lo schema non esitate a scrivere …….   
Sono disponibili anche i Trasformatori di uscita ….







Sotto a sinistra potete osservare l onda triangolare
a 10Khz con 4 Vpp su carico resistivo da 16 ohm.
Anche qui dalle misure confermano l’ ottimo andamento dell’ amplificatore.


Mentre sotto a destra l onda quadra
a 10Khz con 4 Vpp su carico resistivo da 16 ohm.
Dalla misura fatta risulta un più che ottimo comportamento, degno di nota anche in virtù dell’ assenza della controreazione

Copyright © 2007 - 2017 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2007
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti | Torna al menu