Le meccaniche CDM - ARG-audio sito

Vai ai contenuti

Menu principale:

HI-FI e Vintage > HI-FI
Le meccaniche CDM Philips
Philips CDM0
come indicato dal suo numero di modello, è stata la prima unità meccanica per la lettura dei CD-ROM ad essere stata sviluppata. Tuttavia, non tutti i Marantz CD-63s, Marantz CD-73s e Philips LHH2000s sono state dotate della meccanica Philips CDM0. La Philips CDM0 è stata sostituita dalla nuova e migliorato Philips CDM1 dopo un periodo relativamente breve. Il piatto in acciaio e  alcune parti utilizzate per la realizzazione della Philips CDM0 si sono rilevate abbastanza problematiche per una produzione industriale a grandi quantità.

Philips CDM1
è stata prodotta utilizzando il metodo       Die-Cast , ovvero pressofusione con una lega di zinco/alluminio per tutti i punti sensibili  per non far insorgere delle indesiderate risonanze. Philips CDM1 caratterizzata anche importanti miglioramenti nella precisione di tutte le sue parti. Il famoso Marantz CD-34, con il suo prezzo senza precedenti, è stato il primo modello in cui la Philips CDM1 è stata utilizzata. Più tardi, con una speciale messa a punto , la Philips CDM1  fu ulteriormente sviluppata per l'uso  high-end in lettori CD come il Marantz CD-94 e Marantz CD-95, Marantz CD-16 , Philips CD960 , Revox B226.
Philips CDM1 è stato utilizzato in prodotti fabbricati da Philips e Marantz in Belgio e Giappone. L'incredibile successo del Marantz CD-34 costruito in Belgio , rese necessaria una revisione del sistema di costruzione in larga scala e di distribuzione.  Così, Marantz istituito una linea di assemblaggio principale presso lo stabilimento di Sagamihara dove si producevano quasi tutti i componenti necessari ed ha anche iniziato a produrre la Philips CDM1s in Giappone. Il Marantz CD-54 e Marantz CD-84 distribuiti nel 1984  utilizzano la meccanica Philips CDM1  costruita in giapponese .

Philips CDM1 MK2
E’ stata l'ultima meccanica della famiglia CDM a  essere costruita su vasta scala sulla scia di Philips CDM0 e Philips CDM1 . Questa meccanica è basata su una nuova piastra superiore in cui sono stati aggiunti i circuiti integrati di base. Ovviamente, l'intera unità è stata fatta in Die-Cast  di zinco/alluminio . La Philips CDM1 MK2 è stata utilizzata in Marantz CD880j, Marantz CD80 e Philips CD880.  


Philips CDM2
La piastra superiore della Philips CDM2 è composta da una resina fu sviluppata e realizzata con l'obiettivo di ridurre costi e peso pur mantenendo la qualità del Die-Cast della Philips CDM1.  Tuttavia si rivelò una soluzione non ottimale e di scarso valore : fu installata solo in macchine meno costose e non durò a lungo la sua produzione. Come ad esempio il Marantz CD-25, Marantz CD-45, Marantz CD-65 e Marantz CD-75.

Philips CDM3
Vi sono invece due bracci al contrario delle precedenti versioni: su un braccio vi è la lente di lettura, sull’ altro il contrappeso per l’ equilibratura della meccanica, ed non è stato mai usato dalla Philips o Marantz . Questo meccanismo è stato utilizzato in ambito professionale su macchine come  Studer A730 (1988) sviluppato congiuntamente da Philips e il famoso produttore componente professionale Studer. La Philips CDM3 era stata originariamente progettata per l'uso in autoveicoli  : ha  un leggero corpo in        Die-Cast che gli assicurava un’ ottima rigidità. In aggiunta alle Studer A730, Philips CDM3 è stata utilizzata anche da Luxman Giappone.

Philips CDM4
Utilizza una meccanica molto evoluta rispetto alle sue precedenti versioni ,ha un nuovo braccio di lettura , la meccanica risulta molto compatta.       Ci sono molte versioni della Philips CDM4, il più rappresentativo dei quali sono la Philips CDM4M con una piastra superiore in resina , e la Philips CDM4MD con telaio in Die-Cast . Con la comparsa di Philips CDM4, completa la miniaturizzazione di azionamento, compreso il meccanismo del cassetto .

Philips CDM9
Fu l’ ultima meccanica ad usare il singolo braccio di lettura  . Questa unità è stata utilizzata nel Marantz CD-23, serie Musiclink che era composta da componenti decisamente compatti. Questo meccanismo con singolo braccio di lettura  è stato sviluppato per ottenere il massimo della miniaturizzazione. La designazione "Pro" apparentemente intende significare il fatto che è altamente resistente ai servomotori brushless , una lente in vetro ottico in blocco, e giradischi realizzato da una lavorazione di alluminio .

Copyright © 2007 - 2017 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2007
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti | Torna al menu