Audion MM - ARG-audio sito

Vai ai contenuti

Menu principale:

HI-FI
Audion Silver Night Premier MM phono           Modifica - Revisione

Dati Tecnici :

Impendenza : 47 k
Guadagno : 46 dB
Sensibilità in : 2 mV
Distorsione a 1V : <0.010% No Feedback
Noise CCIR : <80db Phono
Risposta in frequenza: 11 – 165KHz ±1 db RIAA
rapporto segnale rumore : >70 db
Inputs:  Phono
Alimentazione : 220/240 V AC
consumo: 12 Watts
Valvole : 2 x E88CC
Dimensioni : 42x23x16cm
Peso : 7.5kgs
Fusibile : Power 500mA / 240V

L' Audio Premier è un interessante preamplificatore Phono  con ottime doti musicali ....
Utilizza un paio di tubi ECC88 (6922 / 6DJ8) o tubi russi NOS 6H23 che offrono eccellenti prestazioni a tutto tondo. Ottimizzato per un carico standard di 47k ohm ( la casa non rilascia le specifiche di capacità ) ha un buon guadagno che si presta bene con moltissime testine MM .
Questo pre phono doveva solo essere rinvigorito per cercare di spremere qualche "cavallo" in più andando ad utilizzare una componentistica mirata di qualità superiore senza apportare modifiche al circuito , in pratica un Fine Tuning .

Questo è l' interno del pre phono in oggetto, una realizzazione pulita e ordinata con una PCB predisposta anche per altre versioni , indice di un attenta progettazione ( anche il telaio risulta predisposto per altre "versioni" ) .
La componentistica è standard , nulla di particolare ad eccezione dei condensatori plastici in contenitore di alluminio...pregevoli. I condensatori di accoppiamento sono marchiati AUDION , ma sono componenti comuni , di qualità accettabile , ma sono MKT  ... e qui preferirei altri componenti .
Dopo averlo ascoltato a lungo, prima di intervenire, mi sono accorto che ogni tanto ronza lievemente random , problema che andrò a ricercare ed eliminare durante il Fine Tuning.
In questa sezione del alimentazione ho sostituito i vecchi condensatori con componenti più recenti e performanti , si può osservare l' ottimo Nichicon "fine Gold" a cui ho affiancato un plastico da 0,22 uF che non c'era in origine, il Panasonic 105° e il condensatore polimerico Kemet :
IL condensatore polimerico ha il catodo composto da un polimero altamente conduttivo che nella sua composizione non possiede un atomo di ossigeno .... di conseguenza offre un vantaggio determinante: non potendo rilasciare ossigeno anche nella peggiore delle ipotesi, è pressoché completamente escluso il rischio di combustione in caso di sovraccarico. I condensatori polimerici offrono quindi una maggiore affidabilità e la relativa deriva di tensione tipica è di appena il 20%. Inoltre sia  ESR  ( resistenza interna ) che ESL ( induttanza equivalente in serie ) sono significativamente più bassi.  Gli effetti piezoelettrici e la sensibilità alla rottura sono inoltre  impossibili con i tipi di materiali polimerici. Un altro vantaggio dei condensatori polimerici : grazie alla loro struttura, la loro longevità è praticamente illimitata. Questo perché, diversamente dai condensatori elettrolitici in alluminio, essi sono costituiti esclusivamente da materiali solidi senza effetti di essiccamento, che potrebbero avere un impatto negativo sulla loro durata.


Anche nella sezione di preamplificazione ho usato per i catodi delle E88CC i polimerici Kemet al posto dei vecchi elettrolitici assiali .
Invece per i condensatori di accoppiamento al posto degli MKT originali ho voluto usare  i Mundorf  Mcap ZN  : sono polipropilene e FOGLIO di stagno (non volgare polipropilene metallizzato) ... Io con questi condensatori mi sono trovato  bene , anzi benissimo !!
La capacità , per non alterare il progetto di base , è rimasta come in origine, ovvero 0,33 uF .

Il trasformatore di alimentazione mi sembrava " buttato li "  ...oltretutto qualcuno aveva messo della colla a caldo al posto del bullone per fissarlo ... no comment...
Tolta la colla ho messo un bullone M6 come dovrebbe essere , poi ho rivolto l' attenzione ai fili che sono stati intrecciati e riorganizzati meglio ed ho aggiunto una ferrite per "limitare" possibili disturbi .
Visti i problemi di ronzio che ogni tanto saltavano fuori , ho controllato per sicurezza anche tutte le saldature trovandone alcune fuori standard...ovvero qualcuno vi ha messo mano riuscendo e pasticciare divinamente... ( sarà lo stesso della colla a caldo...)  PS: non mi stupisco più di niente !
Passando alla prova su strada collegandolo al mio impianto dopo averlo testato attentamente con l' oscilloscopio , devo ammettere che va decisamente meglio !! sembra che prima suonasse con una coperta di lana in piena estate con 40° all' ombra ... Adesso invece va via bello fresco , naturale e godibile senza fatica ! tutto sembre più deciso , reale e completo ...un bel miglioramento !!  Dimenticavo : niente più ronzio ....

l' impianto di prova è così composto :
Casse : Klipsch La Scala by ARG-audio
Amplificatore : Ming 300B by ARG-audio
Pre Phono in oggetto
Giradischi : Thorens TD125 + SME 3009 con testina Clearaudio Artist V2 Ebony
Giradischi: Technics SL 1200 con testina Grado Gold
Copyright © 2007 - 2017 ARG.audio  All Right reserved, name and brands are of respective owners. On line 20/09/2007
                                                    Argenti  Imp.  Partita iva 07532050965
Torna ai contenuti | Torna al menu